Blog

Una guida del buddhismo in Indocina

Indocina è certo un importante parte del mondo del buddismo ed un punto in ogni viaggio. Nella regione, il buddismo è la maggior religione con un grande numero di seguaci e ha un innegabile influsso sulla storia, la cultura e la società. Ecco una panoramica del buddismo in Laos, Cambogia e Vietnam.

Le Informazioni di base

  • Buddhismo è la fede del 95% della popolazione in Cambogia e il 67% in Laos. In Vietnam, il numero esatto non è pubblicato, ma il buddismo è sicuramente la religione predominante in questo paese.
  • Il buddismo praticato in Cambogia, Myanmar e Laos è la Theravada, mentre in Vietnam è la Mahayana. Theravada e Mahayana sono i due principali rami esistenti del buddismo con il maggior numero di praticanti.
  • In generale, l’obiettivo di Thereavada buddhismo è la liberazione dalla sofferenza personale, mentre l’obiettivo del Buddhismo Mahayana è in generale, la liberazione di tutti gli esseri dalla sofferenza.
  • Buddhismo gioca un ruolo importante nella vita sociale tradizionale di cambogiani, laotiani. I monaci partecipano alle cerimonie come matrimoni o funerali. Il tempio buddista può anche servire come scuola per i ragazzi.

Dove visitare?

  • Laos: In Vientiane, non perdetevi il Wat Si Saket e le sue migliaia di statuette di Buddha o il Pha That Luang con la stupa oro-coperto. La piccola città di Luang Prabang ha anche numerosi templi da scoprire e le grotte di Pak Ou, molto famose per le innumerevoli sculture di Buddha in miniatura.
  • Cambogia: L’Angkor Wat è iconico, e templi come Ta Prohm o Preah Khan offrono una forte impressione del simbolo del Buddhismo in Cambogia.
  • Vietnam: i monumenti buddisti in Vietnam non sono così grandiosi come quelli dei paesi vicini, ma hanno un fascino elegante che è difficile da resistere. Una visita alla pagoda di Tu Hieu a Hue e la pagoda di pilastro unico in Hanoi per ottenere uno scorcio della vita spirituale in Vietnam. TUN Travel prenoterà hotel a Hue e Hanoi per soggiornare.

Principali festività buddiste

  • Il nuovo anno buddista: Laos, Cambogia celebrano il loro nuovo anno durante tre giorni, commincia dal quindicesimo giorno nel mese di aprile. Durante questa festa, conosciuta come la Festa delle Acque in paesi occidentali, gente schizzi d’acqua sugli altri, augurando loro una vita fortunata e sana. Prima di questa festa, il “Bagno del Buddha” rito è celebrato in templi buddisti.
  • Vesak: il giorno più importante dei buddisti in Laos, Cambogia, Vietnam e altri paesi. Si commemora la nascita, l’illuminazione e la morte del Buddha, il quindicesimo giorno di maggio, o giugno in un anno bisestile. Le persone si riuniscono nei templi e organizzano varie cerimonie per rendere omaggio al Buddha.

Le attività da partecipare
TUN Travel organizza visto per il Vietnam e alcune attività appositamente progettate per dare un’occhiata più da vicino per i viaggiatori nei regni del buddismo.

  • In Vietnam, Scoprire l’arte della calligrafia con una monaca buddista in Ho Chi Minh City: Visitare la pagoda Kim Lien e prendere una iniziazione con un maestro di calligrafia che è anche un monaco praticante.
  • In Laos, Frequentare il rito quotidiano dei buddisti laotiani a Luang Prabang: Testimoniare la cerimonia mistica e affascinante di Tak Bat dove i monaci ricevono cibo da abitanti locali. Davvero da non perdere!

Viaggio culturale in Vietnam

Viaggio culturale in Vietnam con visto Vietnam all'arrivo: La festa di Doan Ngo
È difficile scegliere un soggetto da cominciare la nostra parte di Tradizione perché ci sono milliaia da scrivere. Quindi ho deciso di comincarlo con un giorno più recente: 23 jugno.
23 jugno: se dico il 23 jugno quest’anno è un giorno speciale, sicuramente I vietmaniti non capiscono niente. Ma se dico questo 5 maggio (calendario lunare), capiscono subito: è la giornata di Đoan Ngọ. Se traduco parola per parola, Đoan Ngọ significa il pasto nel mezzogiorno, è quando il sole è più vicino alla terra. In Vietnam, nella lingua popolare si chiama la giornata per elimitare gli insetti.

L’origine della giornata comincia dalla Cina: quando la Cina fu separato in 5 diversi paesi, ci fu un mandarino molto bravo e buono, che volle aiutare il paese e il re, ma il re non lo sentì. Disperato, il mandarino suicidò buttandosi al fiume. Per memorizzarlo, I cinesi fanno culto al suo giorno di morto – ecco come nasce il giorno 5 maggio.
Ma vietnamiti non fanno culto a quel mandarino cinese. I vietnamiti hanno sempre un modo da “vietnamizzare” la cultura cinese che dopo oltre 1000 anni sotto il dominio cinese e centinaie guerre Vietnam – Cina allungate nella storia, I vietnamiti rimaniamo sempre la nostra bellezza non-cinese. In Vietnam, il 5 maggio è un giorno per “eliminare gli insetti” nel campo di riso, nel giardino, e anche “eliminare” tutte cose cattive, le malatie in ogni persona.

Vietnamiti credono che per “eliminare gli insetti”, si deve fare nella prima mattina: subito dopo si alza, si mangia frutti freschi e riso fermentato con la credibilità che un pò dell’alcol (riso fermentato) farà paura gli insetti cattivi, e frutti per pulirsi. Qualche persona fa la doccia con le erbe profumate. In molti villaggi vicino al mare, fanno il bagno nel mezzogiorno (l’orario di Ngọ) per pulirsi.

Fonte: Đặt khách sạn

Visualizzati 2 risultati.